L'arrabbiata vegetariana, semplice ed essenziale

L'arrabbiata vegetariana, semplice ed essenziale

Le mie penne all'arrabbiata abituali (qui la ricetta) sono un piatto ricco di gusto e di ingredienti; saporitissime ma proprio non indicate per chi, oltre a evitare i grassi animali, preferisce in genere un'alimentazione vegetariana!

E così, già un paio di conoscenti mi hanno chiesto di raccontare, dopo averla provata da me, questa mia versione ridotta all'essenziale... in pratica, oserei dire, un aglio, olio e peperoncino arricchito da abbondante pomodoro!

Senza però toglier nulla al gusto e al sapore (e nemmeno alle calorie perché, qui, io vado un po' con la mano pesante con l'olio d'oliva extravergine!).

I passaggi per prepararla sono pochissimi e veramente alla portata di tutti; così come gli ingredienti: eccoli!

Chiaramente ognuno può aumentare o diminuire il peso dei singoli ingredienti a seconda del proprio gusto, le dosi indicate di seguito son quelle che vanno per la maggiore sulla mia tavola.

N.B. per questo piatto uso le penne ma qui, a gentile richiesta, ho usato gli spaghetti!

Ingredienti, a persona:

penne g 80
peperoncino pz 1
aglio spicchi 1
olio EVO QB
polpa di pomodoro CT 2
zucchero ct ½
sale e pepe QB
prezzemolo tritato (v. nota) CT 1
pecorino grattugiato CT 1

Preparazione:

Annunci Google

<

Mettere a bollire l'acqua per la pasta.

Tritare insieme l'aglio e il peperoncino (nelle foto se ne vedono due: uno grande e saporito - ma dolce - e uno decisamente piccantino!)

Mettere il trito nella padella che verrà usata sia per cuocere la salsa che per saltarvi la pasta appena scolata.
Aggiungere l'olio e cuocere a fuoco medio finché l'aglio e il peperoncino, prendendo appena colore, avranno cominciato a spargere il loro aroma.
questo è in fondo il passaggio più complicato: non bisogna assolutamente lasciar scurire il trito ma proseguire immediatamente con gli altri ingredienti!

Ora aggiungere la polpa di pomodoro, smorzarne l'acidità con poco zucchero, mescolare bene e aggiungere un'idea di sale e pepe: li si aggiusterà poi.
Incoperchiare e lasciar sobbollire appena.

Mentre la salsa cuoce, salare l'acqua bollente e buttare la pasta.
Quando la pasta è quasi pronta (un minuto o due prima) assaggiare la salsa e, se necessario, aggiustare di sale e pepe.

Scolare la pasta molto al dente, completerà la cottura in padella, alzare al massimo la fiamma sotto la salsa e versavi subito la pasta iniziando a mescolare, senza maltrattare la pasta, per almeno un minuto.

Aggiungere il prezzemolo, spegnere il fuoco e mescolare ancora un paio di volte.

Togliere dai fornelli e, prima di andare in tavola, completare con il pecorino (per gli amanti del formaggio in abbondanza, metterne una ciotola in tavola) e servire.

Non resta che distribuire nei piatti e darci dentro con la forchetta.

Buon appetito!

SUGGERIMENTI E NOTE:

Annunci Google

<
  • print pdf Ricetta, solo testo: da stampare o scaricare.
  • Si può limitare, ma non troppo per favore, l'uso dell'olio nella preparazione e portare poi in tavola una bottiglietta di olio aromatizzato al peperoncino (io ne ho sempre in dispensa, preparato da me).
  • Prezzemolo: io sostituisco spesso il prezzemolo con la pimpinella che, nel mio giardino, cresce rigogliosa.
  • Volendone proporre una versione "vegana", consiglio di non limitarsi a eliminare il pecorino ma di completare il piatto, sempre a padella già via dal fuoco, con una mezza cucchiaiata di scaglie di mandorle.
  • So che lo sapete già ma... repetita juvant: finito di trafficare col peperoncino, conviene lavare e strofinare energicamente le mani, magari con uno spazzolino; e non passarsele su labbra e occhi!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna