Il tacchino di Natale:
riutilizzo degli avanzi 1, i ravioli

Ravioli con gli avanzi del tacchino di Natale

Per quanto ci si dia da fare, al pranzo natalizio, per provare tutto quello che passa sulla tavola, qualcosa alla fine non viene consumato fino in fondo!

E spesso capita proprio al tacchino che, dopo abbondanti antipasti e tortelloni e tortellini d'ogni tipo e conditi in ogni modo, inizia a trovare poco spazio per accomodarsi.

Non è però un problema: come sempre esistono soluzioni ingegnose per riutilizzare al meglio anche questi avanzi!

Se del tacchino di natale, per esempio, ripulendo bene la carcassa vi trovate tanti piccoli ritagli...

... mentre del bel ripieno resta oramai una piccola quantità, la soluzione ottimale sono i ravioli!

Gli ingredienti? Son qui: ora basta usarli.

Preparazione:

Annunci Google

<

Basta passare il tutto al mixer o al tritacarne, aggiungere secondo il proprio gusto uovo, pangrattato, grana e un'idea di spezie ed ecco pronto un saporitissimo ripieno per dei ravioli che, certamente, non sono da tutti i giorni.

Con la sfoglia e, magari, l'aiuto di una ravioliera, prepariamo questa bella pasta ripiena.

Dopo averli bolliti, basterà insaporirli in padella semplicemente con burro e salvia...

... e il successo sarà assicurato.

Buon appetito

SUGGERIMENTI E NOTE:

Annunci Google

<
  • A volte, invece di tanti ravioli belli, ordinati e uguali, preparo dei ravioloni, belli grandi e ritagliati con la rotellina tagliapasta.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna