La torta paradiso

Torta paradiso

Di tutte le versioni che conosco di questa classica torta, questa è quella che preferisco; magari richiede un po’ più di attenzione e di tempo per prepararla ma il risultato è garantito.
A meno di non aspettare ospiti, di solito io preparo la versione con le dosi indicate qui di seguito; chiaramente per una festa o comunque in presenza di ospiti si dovrebbero usare le dosi raddoppiate, quelle in genere indicate dai diversi ricettari.
Senza dimenticare di aumentare lievemente la temperatura e i tempi di cottura, a questo punto.

Una raccomandazione però: questa torta dà il meglio di sé se cotta in una tortiera a cassetta o a ciambella; la tortiera classica non garantisce il risultato ideale. Oltretutto così le fette vengono meglio!

Ingredienti per una tortiera a cassetta da cm 10x20:

zucchero

gr

125

burro

gr

125

farina

gr

70

fecola

gr

80

uova

pz

2

uovo (solo il tuorlo)

pz

1

rum

CT

½

scorza di limone

 

Ad Lib

vaniglia bourbon

presa

1

sale

presa

1

lievito per dolci (v.nota)

bustina

1

 Preparazione:

Annunci Google

<

Versare nella ciotola dell’impastatrice il burro e lo zucchero e mescolarli fino a ottenere una crema morbida e omogenea; come scritto all’inizio ci vuole tempo e pazienza ma, per fortuna, il lavoro duro lo fa l’impastatrice.
Aggiungere una alla volta le uova e quindi il tuorlo, sempre mescolando: l’impasto deve sempre avere l’aspetto e la consistenza di una crema.
Procedere aggiungendo a poco per volta la farina e fecola già miscelate insieme con anche il lievito per dolci, la vaniglia e la scorza di limone già tritata finissima. Appena il tutto è ben amalgamato versare il rum e mescolare ancora un paio di minuti.

Prendere lo stampo, già imburrato e infarinato, e versarvi delicatamente il composto. Infornare a 170° per 30’. A questo punto incidere il dolce per il lungo con un coltello (si gonfierà meglio) e proseguire la cottura a 160° per altri 20’. A questo punto la torta è pronta ma, per sicurezza, la prova dello steccolino ne può dare conferma.

Lasciar raffreddare brevemente e appena possibile togliere la torta dalla forma e trasferirla su una gratella a raffreddare completamente.

Cospargerla di zucchero a velo e tagliarla a fette, non troppo sottili.

È ottima anche il giorno dopo.

SUGGERIMENTI E NOTE:

Annunci Google

<

 

  • NOTA: si può usare il lievito vanigliato, ma il sapore della vaniglia pura è insuperabile. 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna