La ricotta casalinga

La ricotta fatta in casa

Come chi mi legge sa già, sono completamente dipendente dallo yogurt colato alla greca fatto in casa; ottimo, saporito e salutare ma… da due litri di latte ricavo un litro di yogurt e un litro di siero.
Ho cercato quindi varie soluzioni: la prima, e più immediata, è la ricotta.

Per prepararla, oltre al siero, non serve molto altro; e tutto fra l’altro presente fra le cose sempre disponibili in cucina.

Occorre anche un po’ di tempo; ma questo è un ingrediente che in minore o maggiore quantità serve sempre!

Ingredienti:

siero di colatura yogurt, ca.

l.

1

latte fresco

l.

¼

aceto

CT

3

sale

ct

2

Preparazione

<

Versare in una pentola il siero mescolato con il latte (darà un sapore più cremoso alla ricotta), mettere sul fuoco e portare a ebollizione.

Togliere dal fuoco e lasciar raffreddare per qualche minuto (deve scendere sotto ai 90°) e aggiungere, mescolando con una frusta, l’aceto (o il limone – vedi nota) e il sale.
Trascorsa una trentina di secondi, coprire e lasciar riposare, senza toccare, per almeno un’ora.

Trascorso questo tempo trasferire delicatamente, con un mestolo, la cagliata in un contenitore forato foderato con un panno per filtrare ( o un canovaccio) come già fatto per la preparazione dello yogurt, http://lacucinadifulvio.fulviomonti.net/index.php/ricette/dessert/168-yogurt-colato-alla-greca

coprire e aprire solamente per mescolare delicatamente ogni tanto fino a che il liquido sarà colato e sarà possibile riconoscere una parte solida.

Sollevare il panno per gli orli raccogliendoli a formare un sacchetto e strizzarlo appena per favorire l’uscita del liquido. Trasferire il fagottino in una fascella da formaggio (io uso un normale colino di plastica…). Appoggiarvi sopra un peso e attendere da una a due ore, a seconda della consistenza desiderata.

Togliere il peso, aprire il panno, appoggiare un piattino sopra la fascella (il colino..) e capovolgere.

Togliere il panno: la ricotta è pronta.

Una raccomandazione: non sono stati usati conservanti o stabilizzatori quindi non si tratta di un prodotto conservabile a lungo; va consumata entro il giorno seguente.

SUGGERIMENTI E NOTE:

  • L’aceto può essere sostituito dal succo di un limone, ben filtrato.
  • Attenzione: non aspettatevi una grande produzione di ricotta, da questa procedura: con questa quantità di siero e latte risulterà al massimo un etto e mezzo di ricotta casalinga.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna